mercoledì 12 settembre 2012

Tablet per tutti! Si, però....

Il ministro Profumo annuncia tablet per tutti!!! Tutti i prof. saranno dotati di un moderno computer per operare nel loro ambito disciplinare.
Si....ma prima donateci sostanza:
- sicurezza.....per non morire in classe  http://torino.repubblica.it/dettaglio/articolo/1550221
- ecologia, per produrre energia solare.
- trasporti pubblici per arrivare a scuola.
- l'anno sabbatico....per imparare ad utilizzare i computer e tornare a studiare.
- insegnanti non più condannati a decenni di precariato.

E poi potrà andare bene anche il tablet...possibilmente non Apple, ma free e open source.

20 commenti:

  1. ...e magari il "concorsone" aperto a tutti, che le notizie che ho letto oggi mi hanno fatto veramente incavolare...

    RispondiElimina
  2. se non lo fanno aperto a tutti rischiano l'incostituzionalità perchè deve essere pubblico.

    RispondiElimina
  3. Sottoscrivo. I trasporti che prendeva mio figlio erano carri bestiame (carissimi fra l'altro).
    E aggiungo: personale specifico distaccato per seguire le strutture informatiche delle scuole che altrimenti vanno alla malora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove insegno io, nella Piana di Gioia Tauro, è un dramma, dopo un certo orario non ci sono bus e si rimane isolati nei paesi.

      Elimina
  4. Rosanna Giovinazzo12 settembre 2012 20:16

    Rinuncerei volentieri al mio tablet pur di vedere qualcosa che funzioni...

    RispondiElimina
  5. Il tablet è come il ponte sullo stretto... Mi sembra che ci siano problemi ben più importanti da risolvere, a cominciare (tanto per fare un esempio) dalla carta igienica nei bagni, per finire a una burocrazia ottusa, che fa di tutto per rendere la vita impossibile agli insegnanti. E comunque, buon lavoro a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piace questo parallelismo e la burocrazia è il male che ci perseguita ovunque a scuola, da trapani a trento.

      Elimina
  6. Beh a me fanno rabbia anche le LIM attaccate ai muri rovinati e luridi da fare vergogna........

    RispondiElimina
  7. il tablet era proprio l'ultima cosa a cui pensare con tutti i problemi della scuola .
    Ma i nostri ministri professori sembra che vivano in un altro mondo.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me come sostiene anche il nostro Alligatore, è solo "fumo" elettorale.

      Elimina
  8. Che bell'appalto... Chissà a chi andrà in mano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmm, anch'io sento puzza di soldoni come Dijkstra, un po' come la storia dei famosi decoder di qualche anno fa, ricordate? ... in Sardegna, regione pilota della definitiva transizione dal sistema televisivo analogico a quello digitale terrestre, l’unico decoder in grado di ricevere il segnale si scoprì essere quello distribuito dalla Solari, azienda di cui era (è?) socio Paolo Berlusconi, che - ovviamente - raddoppiò in breve tempo il fatturato ...
      Le solite (squallide) storie italiane ...

      Elimina
  9. Vero si tratta soprattutto di appalti.....altro che pedagogia....

    RispondiElimina
  10. Ai miei tempi i libri per gli alunni più poveri che non potevano comprarli erano più rovinati della carta igienica usata, in tutti questi anni l'istruzione ha fatto passi da gigante se si è arrivati a dare il tablet ai professori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti io li darei agli studenti più poveri, mica ai prof.

      Elimina
  11. ...e perchè non dare l'Iphone 5 ai bidelli? hai visto mai che possano suonare la campanella con il bluetooth o con il WI-FI!

    RispondiElimina
  12. e io che non ho tablet né per ora penso di comprarlo ?? mi sento vecchio

    RispondiElimina

Openshop88

Openshop88