sabato 14 aprile 2012

C'è poesia nei giornali? Intorno alla strage di piazza della Loggia


Il vero Romanzo delle stragi sta nella cronaca: Piazza della Loggia, strage
senza colpevoli, Tutti assolti in Appello. Otto morti, cento feriti.
Fascisti esecutori, Stato mandante anche senza sentenze,. Senza se e senza
ma. Senza cialtroni che inventano doppie bombe e maestri del pensiero che
dicono "che palle le stragi".




"Entrarono per caso

in una dimensione sbagliata

i morti estratti dal Fato

che alitava sul botto

di piazza della Loggia.

Un lenzuolo stropicciato

coperto di garofani rossi

avvolge Giulietta

moglie di un assessore democristiano.

Il cratere di sangue

gli assassini già neri

Elvezio grida, grida e piange

e ancora gridano, gridano e piangono

davanti al processo infinito

della strage di Brescia

che Marco Paolini

recita con oratoria civile

per un pubblico composto da cittadini."


Paride Leporace Giornalista e Scrittore.

18 commenti:

  1. Che vergogna...che vergogna inaudita. Questa è l'Italia...poveri noi, poveri soprattutto coloro che ancora hanno un minimo di razionalità e non si arrendono a tutte le ingiustizie che ogni giorno si perpetrano in questo disastro di nazione :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spesso ci scoraggiamo ma si lotta perchè non se ne può a fare a meno.

      Elimina
  2. Questa è purtroppo l'Italia...chi ancora spera qualcosa dovrebbe fare leva sulla propria dignità e non cedere.
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. Come non bastassero queste assoluzioni, alle parti civili tocca pagare le spese processuali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una beffa terribile, ma non dobbiamo mollare sulla verità storica; quella è la leva per scrivere un lessico civile e condiviso al di là dei processi.

      Elimina
  4. Povera patria, spero solo Giordana non ne faccia un filmaccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero deponga la cinepresa è stata una gran delusione dopo il meraviglioso 100 passi....

      Elimina
  5. Che uno Stato che si dice democratico non riesca a venire a capo a nessuna delle stragi che ha subito (mentre qualcuno ha fatto i miliardi in Giappone) è la più grande vergogna della storia d'Italia.
    Destra eversiva, Stato complice, servizi deviati: Ribaltiamo il "tutti colpevoli, nessun colpevole" in "nessun colpevole, tutti colpevoli".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piace il motto nessun colpevole tutti colpevoli, anche una società civile ormai quasi infastidita dalla memoria di quegli anni.

      Elimina
  6. ennesima sconfitta della Giustizia, quella con la G maiuscola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara rita purtroppo a quella giustizia non credo più da tempo...spero almeno nella storia.

      Elimina
  7. Così, a memoria, mi pare che nessuna strage italica abbia mai avuto "giustizia" nei tribunali (a parte, forse, quella alla stazione di Bologna, sulla quale ci sono pure dei dubbi). Conoscendo bene la nostra Storia, si può capire il perchè. Cosa è Stata la "strategia della tensione"?... da chi è Stata attuata? Rispondiamo a queste domande e forse capiremo il perchè di certe sentenze e non ci sorprenderemo più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unica che abbia mandanti ed esecutori assicurati alla giustizia è la Strage di Peteano ( http://www.reti-invisibili.net/stragepeteano/ ) del 1972.....il resto purtroppo lo ricostruiremo storicamente magari partendo dalle due domande essenziali per capire, che poi tu.

      Elimina
  8. Una sentenza che lascia attoniti, anche perchè tanto si sa che sono stati proprio quelli.Aspetto le motivazioni per incazzarmi un pò di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e purtroppo ci incazzeremo di più.

      Elimina
  9. Sono affranto. Ricordo la prima manifestazione che si fece a Brescia dopo la strage ... sono affranto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. coraggio Francesco....se nessuno è stato....continua la lotta.

      Elimina

Openshop88

Openshop88