venerdì 30 dicembre 2011

Gli uomini dell'anno. Sangue, lotta e semi di speranza.



14 commenti:

  1. ... e tutti quelli in fondo al mare, di cui non sapremo mai il nome.
    a un anno migliore, cincin!

    RispondiElimina
  2. è vero Angie centinaia di morti senza nome, attratti e respinti dal nostro benessere colpevole.

    RispondiElimina
  3. A un anno migliore, come scrive Angie.
    Ciao Cirano,
    Lara

    RispondiElimina
  4. ... e gli operai di Termini Imerese.

    A un anno migliore allora;
    in fondo ci vuole poco per essere migliore degli ultimi trascorsi!

    RispondiElimina
  5. la lista sarebbe infinita...ognuno aggiunga il proprio "uomo" e sicuramente la nostra lista sarà diversa da quelle dei grandi network.

    RispondiElimina
  6. Felice anno nuovo amico, anche nell'impegno e nella lotta per ridare il lavoro a chi l'ha perso ed aiutare gli altri a non perderlo!

    RispondiElimina
  7. Una donna dell'anno: la ragazza "dal reggiseno blu" di piazza Tahrir.
    Lottiamo e cerchiamo di fare crescere i "semi di speranza".
    Buon anno

    RispondiElimina
  8. che il 2012 mantenga accese le nostre speranze..
    ciao, spero potremo conoscerci cammin facendo

    RispondiElimina
  9. Buon anno agli"working class heroes"

    RispondiElimina
  10. Mi associo al tuo ricordo, caro Cirano,e lo estendo a tutti coloro che lottano,ogni giorno,per un futuro migliore.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  11. Bel ricordo! Che ne sottintende altri! La lista sarebbe infinita, come tu stesso scrivi! Grande Cirano, buon anno...e sempre da incazzati ovviamente! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Condivido con le tue scelte e con quelle dei commenti preceduti.
    Buon 2012 e serena notte.

    RispondiElimina
  13. TANTO GHIACCIO NIENTE NEVE UFFAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina

Openshop88

Openshop88