martedì 27 settembre 2011

Il 27 settembre di ogni anno. La morte dei Cinque anarchici del Sud.

Nei primi mesi del 1970 Angelo Casile e Gianni Aricò compirono un viaggio in Belgio e  Olanda.
Il loro scopo era quello di documentare la situazione degli emigranti italiani all'estero.
Una macchina fotografica e un magnetofono i loro strumenti, avevano intenzione di realizzare una mostra che testimoniasse la condizione di sfruttamento nella quale vivevano i nostri connazionali nelle fabbriche e nelle minire del nord Europa.
Ma non fecero in tempo.....








4 commenti:

  1. Ci sono ancora molti dubbi sulla causa della morte. Purtroppo in Italia chi vuole documentare la verità e sempre osteggiato. Saluti a presto.

    RispondiElimina
  2. Sono passati tanti anni dalla tragica morte (assassinio?) dei nostri cari compagni, ma il dolore è sempre quello di allora: immenso.
    Così come grande è il vuoto che hanno lasciato nelle nostre vite.
    Noi non dimentichiamo!

    RispondiElimina
  3. Grazie Cirano per aver ricordato questi martiri della libertà e dei diritti fondamentali dell'uomo.
    La loro morte non ha ancora avuto una spiegazione plausibile grazie soprattutto a chi ha avuto sempre interesse ad osteggiare la ricerca della verità.
    PS ho pubblicato anch'io un post in memoria dei REM, passa a vederlo se ti va.
    Grazie a presto

    RispondiElimina

Openshop88

Openshop88